Atelier n. 18

In tempo di guerra

Lo presero e impiegarono ventiquattr’ore per farlo morire.[…]E aveva otto anni.

Dio, perché gli uomini fanno queste cose. Uomini con due braccia e due gambe e un cuore. Uomini ritenuti normali, sani di mente. Avviene una cosa simile in tempo di pace e il mondo grida all’orrore: intervengono tribunali, preti, psichiatri. Avviene una cosa simile in tempo di guerra e nessuno ci fa caso, nessuno invoca tribunali, preti, psichiatri. Nessuno pronuncia la parola pazzi, assassini. E gli uomini vanno sulla Luna, e gli uomini guariscono il cancro, e gli uomini sono così fieri di essere uomini anziché alberi o pesci. Vi sono momenti in cui avrei preferito essere nata tra gli alberi o i pesci.

Oriana Fallaci. Niente e così sia


Contatore visite gratuito

Questa voce è stata pubblicata il 4 settembre 2012 alle 10:28. È archiviata in Post-it con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: