Atelier n. 18

Il sole delle Lucciole

Molto tempo fa, quando tu non eri ancora nata, il Sole non esisteva. Le api, per poter succhiare il nettare dei fiori e produrre così il miele in quella piccola fabbrica che hanno nella pancia, si facevano accompagnare dalle loro cugine, le lucciole, che nella loro pancia hanno una fabbrica di luce.

Era molto bello. Ogni ape viaggiava in coppia con la propria lanterna, che illuminava i succulenti petali profumati. Le lucciole ammiravano l’alveare che costruivano per aria le loro laboriose cugine. L’alveare è come una luna piena di miele. Le lucciole, allora, decisero di seguire l’esempio delle api.

Si unirono tutte e da ogni dove arrivavano nubi illuminate, che erano sciami di animaletti della luce. Così come l’ape appoggia l’alveare su un ramoscello, così le lucciole si appoggiarono sulla linea dell’orizzonte, e su di esso depositarono la luce fabbricata dalle loro pance.

Furono così tante le lucciole e così tanta la luce che produssero, che quell’alveare illuminò dall’orizzonte, l’alba del Mondo. Le api ebbero la luce, gli uccelli cantarono e i bambini andarono in spiaggia.

Mauricio Rosencof. Le leggende del nonno di tutte le cose.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 7 novembre 2014 alle 00:15. È archiviata in Miscellanea, Post-it con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: